La Corte di Ronzano

Il luogo migliore per il tuo prossimo soggiorno

  • panorama.jpg
    Un luogo dove natura fa rima con cultura

Desideriamo unire paesi e culture: offrirvi un confortevole soggiorno dove ciò che vi circonda racconta la sua storia.



N

el verde della campagna mugellana, appena fuori dal centro abitato del paese di Scarperia, vi accoglie la Corte di Ronzano, un alloggio indipendente con ingresso da giardino privato.

La costruzione dell’immobile risale ad  un periodo antecedente ai primi decenni del XIX secolo. 

 La prima testimonianza dell’esistenza del fabbricato è datata 1832, anno al quale risale la cartografia esistente presso l’Antico Catasto di Scarperia dell’Archivio di Stato di Firenze.

All’epoca l’abitazione padronale era cintata da alte mura lungo la strada di Ronzano ed aveva   la medesima struttura con la quale è giunta fino ad oggi , con il portico d’ingresso, le arcate al piano superiore e la torretta.

L’accesso alla corte avveniva da un portico che si apriva sul muro di cinta sul fronte sud, in corrispondenza della torretta, come si nota in alcune foto d’epoca, ma nel 1938 questo portico viene demolito per  facilitare l’accesso ai carri con buoi.

Questo fino al sapiente intervento di ristrutturazione e restauro storico del primo decennio del 2000 che ha dato all’edificio il volto attuale.

 

 

Intorno a noi

Il nostro B&B Confina con il green del Golf Poggio dei Medici, rinomato campo da Golf a 18 buche, raggiungibile a piedi in pochi minuti, e a  meno di 3 km è ubicato l’ingresso all’Autodromo internazionale del Mugello.Dalla "Corte di Ronzano” potrete facilmente raggiungere tutti i luoghi d’interesse storico ed artistico del Mugello: il borgo di Scarperia, con il Quattrocentesco Palazzo dei Vicari e la Fortezza Medicea, Borgo san Lorenzo, con la Pieve Romanica e L’antica manifattura Artistica delle Ceramiche Chini,  Vicchio  con la casa natale di Giotto e del Beato Angelico, e tante altre..Per i patiti dello shopping bastano 10 minuti per raggiungere il Barberino  Designer Outlet, tempio della moda e delle grandi firme.

 

 

Il Liberty nel Mugello

Nel Mugello due secoli fa nasceva la Manifattura Chini, grande esempio di artigianato artistico nella produzione di ceramiche.
Ai primi dell'Ottocento il capostipite della famiglia Piero Alessio Chini, di professione decoratore, tramandava la passione per l'arte ai figli e ai nipoti, che da apprendisti si trasformarono in eclettici, creativi, capaci artisti.
Nel 1906 Chino Chini fondò  la manifattura "Fornaci San Lorenzo" a Borgo San Lorenzo, producendo ceramiche e vetrate di immediato grande successo, rinomate in tutto il mondo.
La Manifattura continuò la sua attività fino al 1943, quando  un terribile bombardamento su Borgo San Lorenzo,  causò  così tanti danni che non consentì di riprendere una regolare attività.
Oggi possiamo ammirare ciò che i discendenti di Piero Alessio Chini hanno creato e che le vicende nello scorrere del tempo hanno risparmiato nel Museo della Manifattura Chini a Borgo San Lorenzo e nei decori degli edifici sparsi per l'Italia e nel mondo.


Rif: www.itinerarioliberty.it

Il Mugello e i Medici

Il Mugello è stata una terra molto amata dalla famiglia dei Medici, che pone le sue radici a Campiano, una località del Comune di Barberino di Mugello.
I Medici e Lorenzo il Magnifico hanno lasciato nel Mugello i segni di un potere che coniugava l'espansione economica e politica all'espressione artistica più innovativa, frutto di un mecenatismo illuminato che avveniva in un contesto culturale  diffuso ed acquisito.
Il viaggiatore oggi può entrare in questo clima percorrendo, con il mezzo che preferisce, le strade, oggi secondarie, dell'antica viabilità per incontrare monumenti e notevoli opere artistiche, ma anche i segni minori e inediti di una grande civiltà.
Da Firenze si ragguinge il Mugello lungo la Via Bolognese; incontriamo prima  il paese Pratolino,  dove troviamo la prima grande traccia cinquecentesca lasciata dai Medici al tempo del Granducato, il  Parco Mediceo di Pratolino (già Villa Demidoff).

Proseguendo sulla Via Bolognese, passato il paese di Vaglia,  si raggiunge il territorio del Mugello: potrete ammirare La villa di Cafaggiolo e  Il Castello del Trebbio, La Fortezza Medicea di San Martino e lo splendido Palazzo dei Vicari.

Il Lago di Bilancino

Il Mugello  è anche una zona ricca di sentieri da esplorare in bicicletta, a piedi o a cavallo, o dedicarsi ad  attività all'aperto presso le acqua cristalline del Lago di Bilancino, immerso in un verde paesaggio rinfrescante.
Ricreare un paesaggio preistorico
Il lago che si vede oggi è stato creato solo 25 anni fa, nel solito posto dove moltissimi anni addietro (appena oltre 10 milioni!) si trovava un altro lago. La presenza di questo lago preistorico è una delle ragioni per cui l'area del Mugello è caratterizzata da una terra particolarmente fertile, perfetta per cereali, castagni, funghi, tartufi, pascoli per mucche e girasoli!
Ciò che si vede oggi è un bacino artificiale di acqua, alimentato dal fiume Sieve, creato in seguito alla costruzione di una diga nel tentativo di regolare il flusso di acqua e proteggere Firenze da eventi catastrofici come quello della famosa alluvione del  novembre  1966.
L'Oasi del WWF
Sebbene non sia sempre aperta,questa piccola oasi di circa 25 ettari proprio a nord di Firenze è una piacevole sorpresa.
Vi sono uccelli di passaggio durante tutto l'anno, ma  è durante la primavera e l'autunno che l'Oasi del Gabbianello diviene perfetta per il bird watching:  dalle  capanne dedicate all'osservazione potrete vedere cicogne bianche, gru, oche selvagge, il cavaliere d'Italia, il tarabuso e con un po’ di fortuna il raro falco pescatore.
L'oasi non attrae soltanto una grande varietà di uccelli che la usano come luogo di riposo durante le migrazioni, ma anche tutti quei viaggiatori stanchi che vogliono organizzare un piacevole pic nic in un'area dedicata e  curata,  dove i bambini possono giocare nel verde in tutta sicurezza.